Vai al contenuto della pagina

CHI SIAMO

L’idea di PASSin è nata dall’incontro di amici che nel 2014 si sono trovati, un giorno di novembre, in un teatro, per partecipare insieme a un bellissimo evento accessibile alle persone con disabilità uditive grazie alla sottotitolazione e alla lingua dei segni.

Tale progetto si realizza grazie a persone con competenze professionali diverse che si sono messe in gioco - collegate a tanti altri colleghi e amici di ogni parte d'Italia - in un laboratorio di idee e di esperienze: un ingegnere, un informatico, una disability manager, un giornalista e un’artista.

Ci presentiamo:

MARTINA GEROSA

italo-tedesca, urbanista non-ortodossa e disability & case manager. Dalla riqualificazione delle periferie è passata ad occuparsi di tecnologie per l'abbattimento delle barriere sensoriali. Ma le barriere contro cui combatte prima di tutto, ogni giorno, sono quelle mentali e culturali. Instancabile costruttrice di ponti, tra bianchi e neri, giovani e vecchi, abili e disabili, anche attraverso l’utilizzo dei Social Network

NICOLA RABBI

Giornalista digitale e operatore culturale specializzato in temi sociali; lavora da molti anni al Centro Documentazione Handicap di Bologna Accaparlante, dirige BandieraGialla, un sito web specializzato in informazione sociale e si occupa di cooperazione internazionale (nicolarabbi.wordpress.com) curando la rivista e il sito web di Aifo

CECILIA VIGANÒ

artista, ama sperimentare diverse tecniche e mezzi espressivi. Partendo dalle sue radici di matita e carta, collabora con diverse realtà creative muovendosi tra performance di disegno dal vivo, fotografia, pittura e magici pupazzi fatti a mano. www.cevicrea.it

FABIO CALARCO

Ingegnere delle telecomunicazioni e laurea in Executive Master of Business Administration: dalle telecomunicazioni all'ICT sino al marketing ed alla comunicazione digitale. Appassionato di innovazione sociale e relazioni, insieme a Sadri, ha fondato la Bit Cafè anche per contribuire al corretto utilizzo delle tecnologie e supportare la digitalizzazione del nostro Bel Paese

SADRI FASLLIU

Informatico da sempre, instancabile motore produttivo alimentato dalla passione per il proprio lavoro e sempre alla ricerca dell'ottima soluzione, per cui ha fondato la Bit Cafè. Non solo pane e codice: accanto alla razionalità, la giusta dose di sensibilità da cui ha origine l'idea del progetto PASSin